Adotta uno scaffale

Adotta uno scaffale

La necessità di arredare la nuova sede in un periodo di notevoli difficoltà finanziarie ha spinto l’ente a recuperare un’antica consuetudine che, a differenza della richiesta di pura e semplice contribuzione, dà qualcosa in cambio a chi si impegna nel sostenere la Biblioteca: come un tempo il banco da chiesa, appartenente ad una famiglia e spesso contrassegnato dal nome o dall’arma del committente, segnalava in perpetuo un gesto di generosità a favore della parrocchia, così sarà possibile a chiunque lo desideri ‘adottare’ uno scaffale della nuova Biblioteca, che sarà contrassegnato con il nome del sostenitore. Sarà possibile adottare più scaffali, anche un’intera sala; e ovviamente non si esclude la possibilità che due o più persone si associno nell’adozione. Oltre che a proprio nome si potrà intestare lo scaffale a un amico, a un parente, a un’associazione: gli organizzatori non pongono limiti alle possibilità! Inoltre chi abbia particolari interessi potrà indicare in quale sezione della Biblioteca desidera sia posto lo scaffale ‘adottato’. L’adozione costa 500 € a scaffale. Al sostenitore verrà rilasciato un certificato di adozione, ma si prevedono anche altre forme di pubblicità, anch’ esse riprese da consuetudini del passato, come la pubblicazione dei nomi dei donatori sui periodici locali, sul sito web della Biblioteca e, a nuova sede ultimata, l’apposizione di una targa con tutti i nomi dei sostenitori: qualcosa di simile all’elenco dei sottoscrittori dei BOC che hanno contribuito al restauro, affissa nel foyer di Teatro Alfieri. Da segnalare una singolare coincidenza: quando nel gennaio scorso si cominciò ad elaborare l’idea fu subito evidente la necessità di trovare il testimonial adatto per promuovere l’iniziativa, ad Asti e – perché no – anche fuori. E fu del tutto spontaneo pensare a Giorgio Faletti, scrittore di best seller e personaggio di forte richiamo mediatico. Oggi Faletti si trova a promuovere ADOTTA UNO SCAFFALE non soltanto come testimonial, ma come presidente della Biblioteca: un segnale che vogliamo interpretare come un buon auspicio per l’iniziativa. Le foto di Giorgio Faletti sono di Franco Rabino Info: 0141 531117

Condividi questa pagina su
No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.