Il tricolore nel piatto

Il tricolore nel piatto

Non poteva mancare nel carnet delle conversazioni domenicali di Passepartou en hiver, rassegna invernale organizzata dalla Biblioteca Astense e dalla CNA, il tema della cucina italiana, eccellenza riconosciuta nel mondo. L’ appuntamento sarà domenica 13 marzo alle ore 17.30 in Biblioteca ad Asti,(C.so Alfieri angolo via Goltieri ) per l’incontro dal titolo Il tricolore nel piatto con Roberto Giannino, esperto e sapiente gastronomo. Giannino anticipa di cosa tratterà l’appuntamento di domenica prossima “parlerò dell’influenza che l’incontro fra popoli e culture, anche per motivi bellici, ha avuto nell’evoluzione della cucina Tradizionale locale ed Italiana, con riferimenti alla battaglia di Lepanto del 1571, allo spostamento della corte Sabauda da Torino a Cagliari del 1798 in seguito all’occupazione Francese, alla figura di Cavour come politico e come amante della tavola e finalmente al Risorgimento e all’Unità d’Italia che portò nuove idee e nuovi prodotti nella cucina Piemontese.” L’appuntamento di domenica 27 è segnalato nel calendario per la celebrazione dei 150 anni dell’ Unità d’ Italia (http://www.150.provincia.asti.it/) Roberto Giannino Insegnante di laboratorio di elettronica ed informatica presso l’Istituto Professionale “A. Castigliano” di Asti dal 1974. Nel 1973 l’incontro con Lucio Capannari, chef dell’Asta Hotel e Cordon Bleu, attualmente nel direttivo della FIC (Federazione Italiana Cuochi) che, apprezzando la sua passione, gli insegna i fondamenti della cucina. Nel 1976 l’incontro con Giovanni Goria, al primo corso di cucina organizzato dalla circoscrizione Asti-Est, che segna 30 anni di amicizia ed esperienze gastronomiche insieme, con corsi di cucina per l’UTEA di Asti dal 1980 al 2003 e per il CRASL19 (Circolo Ricreativo ASL di Asti) dal 2004 al 2009. Ultimo corso di cucina nel 2010 con l’Associazione Terre del Piemonte. Dal 2006 cura una rubrica gastronomica sull’edizione domenicale della STAMPA dal titolo “Il Gusto del Gusto”. Nel 1997 su invito della delegazione Tedesca dell’Accademia Italiana della Cucina, si reca due settimane a Monaco di Baviera ad organizzare con i cuochi di un ristorante locale una rassegna di cucina Astigiana del tartufo. L’entrata è libera e tutti sono invitati a tutti gli appuntamenti invernali di Passepartout.

Condividi questa pagina su
No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.